fbpx

Il regolamento (CE) n. 861/2007 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell’11 luglio 2007, anche
denominato “ESCP”, istituisce un procedimento europeo per le controversie di modesta entità il quale mira a migliorare e semplificare le procedure nelle controversie civili e commerciali il cui valore non supera i 5000 euro.
Il procedimento in questione costituisce per le parti un’alternativa ai procedimenti previsti dalla normativa vigente negli Stati membri. La sentenza emessa nell’ambito del procedimento europeo per le controversie di modesta entità è riconosciuta ed eseguita in un altro Stato membro senza che sia necessaria una dichiarazione di esecutività e senza che sia possibile opporsi al suo riconoscimento.
Esso si svolge per iscritto, a meno che il tribunale disponga un’audizione delle parti, e si attiva mediante la compilazione di moduli standard predisposti su appositi siti e disponibili in tutte le lingue dei paesi membri e si applica a tutti gli stessi, ad eccezione della Danimarca.
E’ previsto il passaggio per n. 4 moduli, e la legge prescrive termini sia per le parti sia per il tribunale, per accelerare l’iter procedurale.

QUANDO RICORRERE ALL’ESCP

Quando si verifica una controversia transfrontaliera e l’attore non è in grado di ottenere il pagamento o l’esecuzione dell’obbligazione su cui si basa la domanda o di concordare una soluzione accettabile, può essere necessario intraprendere un’azione legale. In tal caso, sono applicabili procedure diverse a seconda dell’importo, della natura della controversia e della sua difesa.
Pertanto, prima di avviare un’azione legale per il recupero di un credito, il cittadino o l’impresa dell’UE dovrà decidere quale procedura utilizzare. Tale decisione dipende in gran parte dalle circostanze di ogni singolo caso poiché le procedure disponibili, pur essendo in certa misura sovrapposte tra loro, sono in realtà destinate principalmente ad affrontare situazioni diverse.
L’ESCP è applicabile alle controversie di un valore pari o inferiore a 5.000 Euro, incluse le controversie non legate al pagamento di somme di denaro, indipendentemente dal fatto che la causa sia difesa. L’ESCP è un procedimento relativamente veloce e meno costoso rispetto ad altri. È particolarmente utile per gli attori che non desiderano avvalersi dell’assistenza di o essere rappresentati da un avvocato, dato che la rappresentanza legale non è obbligatoria. L’ESCP può essere applicato alla maggior parte delle controversie transfrontaliere di natura civile o commerciale, incluse quelle derivanti da contratti, le richieste di risarcimento per perdite o
lesioni e le controversie relative alla consegna di beni. Tuttavia, alcuni tipi di casi sono esclusi dall’ESCP: ad esempio, i casi di diritto di famiglia e di mantenimento, le materie relative all’occupazione e alla sicurezza sociale e i casi di fallimento.
Concretamente, l’ESCP è un procedimento scritto condotto mediante moduli standard. L’udienza ha luogo solo nei casi in cui non è possibile pronunciarsi sulla base di prove scritte o se una delle parti chiede un’udienza e il tribunale ritiene che sia necessaria per decidere sulla causa o nell’interesse dell’equità.
Inoltre, gli attori che utilizzano l’ESCP possono aspettarsi di ricevere assistenza nella compilazione del modulo di domanda. I tribunali devono fornire orientamenti sulle questioni procedurali.

 

COS’È L’ESPC?

è un tipo di procedimento giudiziario per perseguire le controversie civili nell’UE, che:
• è disponibile solo per le controversie transfrontaliere;
• è disponibile solo per le controversie con valore pari o inferiore a 5 000 EUR;
• è applicabile alle controversie pecuniarie e non pecuniarie;
• è applicabile in caso di controversie difese o non difese;
• non deve comportare la rappresentanza da parte di un avvocato (non necessaria ma non vietata);
• è stato concepito per essere relativamente veloce, facile da usare e meno costoso di altri procedimenti;
• non sostituisce procedimenti nazionali analoghi ed è pertanto facoltativo, il che significa che, se è disponibile per la controversia, vi è anche, di norma, un procedimento nazionale applicabile alla stessa; la scelta del procedimento da utilizzare è a carico dell’attore.

 

COS’È UNA CONTROVERSIA TRANSFRONTALIERA?

È quella vertenza in cui almeno una delle parti non ha sede nello stesso Stato membro dell’organo giurisdizionale che tratta la domanda. Si rammenta che la Danimarca non è vincolata dal regolamento e quindi un’azione contro una parte in Danimarca dovrebbe essere intentata, in tale paese, tramite un procedimento nazionale.
Il riferimento per stabilire se una controversia è transfrontaliera è la data in cui il tribunale competente riceve la domanda.

 

QUALI TIPI DI CONTROVERSIE POSSONOESSERE TRATTATE AI SENSI DELL’ESPC?

L’ESCP può essere utilizzato per la maggior parte dei tipi di azioni civili o commerciali, come ad esempio:
• il pagamento di somme di denaro;
• i danni derivanti da un incidente;
• la consegna di merci o altri beni mobili;
• la richiesta di esecuzione di un contratto;
• per porre fine o cercare di prevenire un atto illegale.

 

COME STABILIRE IL VALORE DELLA CONTROVERSIA

Se la controversia riguarda il pagamento di una somma di denaro, il valore sarà pari a tale somma. Se non è riferita al pagamento di una somma di denaro, si tratta di una controversia non pecuniaria alla quale si deve attribuire un valore. Nel caso in cui sia possibile presentare una controversia avente oggetto una somma di denaro nell’eventualità che la controversia non pecuniaria non sia soddisfatta, tale possibilità deve essere specificata separatamente. Per il calcolo del valore della controversia, non si deve tener conto degli interessi, dei diritti e delle spese.

 

COSTI DEL PROCEDIMENTO

Nella maggior parte degli Stati membri dell’UE, il tribunale richiede il pagamento di una commissione per la presentazione della domanda che dà avvio all’ESCP. Le modalità di pagamento di tale commissione devono essere definite dall’attore nella casella 6 del modulo di domanda (modulo A). L’importo in questione varia; le informazioni sulle spese o sulle modalità di calcolo delle stesse sono disponibili sul portale europeo della giustizia elettronica, alla sezione Spese processuali relative al procedimento per le controversie di modesta entità. Inoltre, possono sorgere ulteriori spese in caso di incarico di un avvocato e convocazione di alcuni
testimoni, come i periti.

 

SPESE DEL PROCEDIMENTO

Solitamente, il tribunale assegna le spese alla parte vincitrice al termine del processo. Le spese riconosciute devono essere proporzionate alla controversia e il tribunale non dovrebbe concedere spese sproporzionate per gli onorari degli avvocati.
Sebbene l’ESCP sia un procedimento a costi relativamente bassi, è tuttavia prevedibile che il suo utilizzo comporti delle spese, anche se le parti non richiedono l’assistenza di un legale. Quando una parte incarica un avvocato, deve tenere presente la possibilità che, anche in caso di successo, potrebbero non esserle riconosciute le spese di consulenza legale per la causa.

 

****

Lo Studio rimane a disposizione per qualsiasi chiarimento occorresse.

Per conoscere i servizi che si offrono, di seguito il link alla pagina relativa alla materia contrattuale.

Foto Agenzia Liverani

Logo LBMG Mail

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere le ultime notizie e gli aggiornamenti dal nostro team

Acconsento al trattamento dei miei dati personali

Ti sei iscritto con successo!