fbpx

Questa guida pratica vuole schematicamente offrire le principali indicazioni da seguire nel caso in cui si venga coinvolti in un sinistro stradale.

 

  • DANNO DI NATURA PATRIMONIALE E DANNO DI NATURA NON PATRIMONIALE

Innanzitutto è necessario fare una distinzione tra i danni derivanti dal sinistro stradale: possono, infatti, verificarsi danni di natura patrimoniale e danni di natura non patrimoniale.
I primi sono i danni propriamente economici ovverosia le spese che si devono affrontare a causa del sinistro (cure mediche, riparazione auto/moto ecc.) e i secondi sono invece i danni che riguardano la persona e il tipo di lesioni subite (più grave è la lesione e più alta è l’invalidità permanente e temporanea a cui il soggetto andrà incontro).

 

  • COMPILAZIONE DEL MODULO DI CONSTATAZIONE AMICHEVOLE DI INCIDENTE 

Premesso ciò, a seguito del verificarsi di un sinistro stradale, le parti coinvolte potranno provvedere immediatamente alla compilazione della Constatazione Amichevole di Incidente (ndr. CAI) riferendo la descrizione della dinamica del sinistro e, ove possibile, alla determinazione della responsabilità della causazione del sinistro (si raccomanda particolare attenzione nella compilazione, rammentando che le caselle al centro del modulo dovranno essere selezionate mediante il segno “X” e che è opportuno provvedere alla rappresentazione grafica della dinamica nell’apposito spazio dedicato).

 

  • RACCOLTA DELLE GENERALITA’ DEI TESTIMONI

In tal caso, inoltre, è opportuno individuare e raccogliere le generalità eventuali testimoni che hanno assistito all’evento e che possano, quindi, confermare la dinamica del sinistro.
I testimoni, infatti, avranno un valore probatorio di maggiore rilevanza rispetto alle dichiarazioni delle parti, essendo generalmente terzi e imparziali rispetto all’evento.

 

  • INTERVENTO FORZE DELL’ORDINE

Nel caso in cui venga richiesto (da una o da tutte le parti) l’intervento delle forze dell’ordine, sarà compito di queste svolgere i rilievi in loco, sentire eventuali testimoni, raccogliere le dichiarazioni di entrambe le parti e poi redigere la relazione di incidente stradale, fondamentale per la valutazione della dinamica del sinistro e le conseguenti responsabilità.

 

  • CONSERVAZIONE DOCUMENTAZIONE

Il danneggiato in un sinistro stradale dovrà poi conservare con cura tutta la documentazione attestante le spese sostenute e i danni subiti, nonché recuperare tutta la propria documentazione medica (per esempio in caso di accesso in Pronto Soccorso è necessario munirsi del verbale con indicazione di diagnosi e prognosi).
Per poter quindi essere regolarmente risarciti dei danni subiti, sarà necessario inviare una formale richiesta di risarcimento alla compagnia di assicurazioni competente, allegando l’intera documentazione a proprie mani, così che sia aperto il sinistro e sia assegnato a un liquidatore.

 

  • VISITA MEDICO-LEGALE

In caso di danno non patrimoniale, il soggetto danneggiato potrà chiedere la quantificazione del danno subito e, conseguentemente, essere sottoposto a visita medico-legale, solo dopo la guarigione clinica accertata mediante la presentazione del certificato di guarigione (con postumi da valutare in sede medico legale).

 

****

Per la gestione del sinistro è consigliabile rivolgersi ad un legale sia per verificare che siano determinate correttamente le responsabilità delle parti nella causazione del sinistro sia per una migliore tutela dei propri diritti ad un congruo risarcimento.

 

Per contatti: Studio Legale LBMG
Tel. 02.83553001 – Fax. 02.92854274
Email: segreteria@studiolegalelbmg.com
www.studiolegalelbmg.com